Ricetta Raw Choco-Cocco Treats



Pare che su questo blog io scriva solo ricette, però hey hey.. ci sto scrivendo!

Piano piano magari arriverà anche qualche contenuto diverso, portiamo pazienza.


Nella ricetta precedente dichiaravo il mio odio e la mia avversione per i datteri. Ecco che in questa ricetta li utilizzo, coerente come non mai.

Evidentemente l'ingrediente che mi disturba nelle barrette raw confezionate è un altro, non ho ancora capito quale. Vista la consistenza sono sempre stata convinta fossero i datteri invece no. Vai a capire!

Bene, detto questo, iniziamo!



Per la base:
·        1 tazza di anacardi tostati
·        1 tazza di noci pecan
·        3 datteri (snocciolati)
·        Un pizzico di sale rosa
Per la crema al cocco:
·        ¼ di tazza di olio di cocco, sciolto
·        1 tazza di latte di cocco
·        3 cucchiai di sciroppo d'acero
·        1 cucchiaino di estratto di vaniglia
·        ¼ cucchiaino di sale marino
·        3 tazze di farina di cocco biologico
Per lo strato al cioccolato:
·        ½ tazza di olio di cocco sciolto
·        4 cucchiai di sciroppo di agave
·        ½ tazza di polvere di cacao crudo
·        Granella di nocciole (o altra frutta secca a piacere)






Procedimento:


1. Per preparare la base, tritare finemete gli anacardi, le noci pecan e l'olio di cocco in un frullatore o in un robot da cucina. In una teglia per cupcake mettere due cucchiai del composto.  Riporre in freezer per il tempo necessario alla preparazione della crema al cocco.

2. Per preparare la crema al cocco inserire tutti gli ingredienti nel boccale del frullatore lavato e asciugato. Una volta ottenuto un composto uniforme prelevare la teglia dal freezer e versare sopra la base uno strato di crema di cocco e lisciare con un cucchiaio. Riporre nuovamente nel freezer.

3. Per fare lo strato al cioccolato,è necessario prima di tutto sciogliere l'olio di cocco. Una volta sciolto, aggiungere lo sciroppo di agave, e mescolare vivacemente fino a quando il tutto non sarà ben ammalgamato. Aggiungere quindi la polvere di cacao, e mescolare fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi. Una volta raffreddato,  prelevare la teglia dal freezer e versare il cioccolato sullo strato di crema al cocco e assicurarsi che sia uniforme, aggiungere qualche granello di nocciola. Riposizionare in freezer e lasciar raffreddare per qualche ora. Estrarre i dolcetti dalle formine e conservare in frigorifero.





Spero vi sia piaciuta, fatemi sapere!!!


Bye















































Ricetta Protein Balls senza datteri


Ricetta Protein Balls al cocco e burro di mandorle senza datteri Carol Rigatti



Dopo aver provato centinaia di Protein Balls, rimanendo sempre insoddisfatta ho deciso di preparare le mie con secondo i miei gusti.

Senza conservanti, con ingredienti naturali e ricche di proteine, queste piccolette sono perfette come snack prima o dopo l'allenamento o semplicemente una scelta più #healthy per togliersi la voglia di dolce.

Si preparano in fretta, e vanno conservate in frigorifero.

Pronte?

VIA!






PRIMA DI TUTTO VI SERVIRANNO:

    come preparare protein balls proteiche Carol Rigatti

  • 1/2 tazza di BURRO DI MANDORLE (inserisco il link alla mia ricetta, al momento solo su instagram - magari inserirò anche questa nel blog)

  • 1/3 tazza di cocco rapè

  • 2 misurini di proteine vegetali ( o quelle che preferite), io le ho usate al gusto cookies

  • 1/3 tazza olio di cocco sciolto

  • 4 cucchiai di sciroppo di agave



L'annosa questione del primo post




Era Gennaio dell'anno corrente quando pubblicavo piena di aspettative "Coming Soon" su questo blog.

Ovviamente quel "Soon" è stato tutto fuorché Soon.

Mi sono trovata diverse volte davanti allo schermo e alla tastiera convinta di voler iniziare a digitare le prime lettere e dare il via a questo blog. Puntualmente però il grande punto di domanda: MA COME SI INIZIA? COSA SI SCRIVE LA PRIMA VOLTA???


“Andate nel vostro sito internet preferito, eliminate il glamour del design e la tecnologia, e tutto quello che vi rimarrà sono le parole, il vostro unico e miglior modo per differenziarvi su internet”. - Nick Usborne

Feeling the pressure.


Per tagliare la testa al toro allora riporto qui la sezione "ABOUT" del blog:



Carol (che sarei poi io), ha 18 anni da uno svariato numero di anni. Normalmente non parla di se in terza persona, è nata in Alto-Adige e sì: parla molto bene l’italiano e molto male il tedesco, cosa che lascia sempre i suoi interlocutori provenienti da fuori regione in uno stato collocabile a metà strada tra l’incredulo e il deluso
Vive in una città proprio come tutti voi e non in un pittoresco paesino a duemila metri ricoperto da neve undici mesi l’anno, composto da tre malghe, un nonno malmostoso, tante caprette e un esagitato Peter che tutti si ostinano a chiamare PETAR (perché poi per l’amor del cielo?!). Heidi, in ogni caso, era ambientato in Svizzera e non in Alto Adige.
Ha studiato moda a Milano ma non ditelo a nessuno. Volendo potrebbe farsi i vestiti da sola.. inutile dire che non lo fa.
Quando una parola va scritta con la i o senza è ancora oggi causa di grandi grattacapi. Per evitare gaffe si affida a Google o all'autocorrettore; in casi estremi e principalmente con i sopracitati interlocutori provenienti da fuori regione (poiché più facili da abbindolare) giustifica questo simpatico dubbio con il problema del tedesco che "la confonde". Sorry amici.
 Le piace molto la fotografia e ama leggere, se non va in palestra per troppo tempo (“almeno una volta al giorno” ndr, che sarei sempre iodiventa difficile da trattare
Ha una lunga serie di frivoli interessi, alcuni passeggeri altri permanenti che non staremo ad elencare ora. 
Odia i numeri, MOLTO. Questo la porta ad avere esaurimenti nervosi davanti ai cartellini dei saldi che riportano solo la percentuale di sconto e non il prezzo finale. Si rifiuta categoricamente di fare calcoli a mente, se glielo chiedi ti guarda con aria come a dire "lo chiedi a me perché non lo sai fare da solo?" manipolandoti così a farlo per lei. Nonostante questo ha lavorato per diversi anni come contabile e se la cavava pure bene.




Ulteriori rappresentazioni "grafiche" del soggetto arriveranno a breve - quando si sentirà sufficientemente fotogenica.



Designed by FlexyCreatives